Wonder Woman 1984 non sarà un ‘sequel’ secondo Charles Roven

Anche se sarà, a tutti gli effetti, un capitolo 2, non chiamate Wonder Woman 1984 un “sequel” del primo episodio. E’ quello che riferisce, in una nuova intervista, il produttore della pellicola Charles Roven.

Nel corso di alcune dichiarazioni al giornale Vulture, il produttore di Wonder Woman 1984 Charles Roven ha spiegato agli appassionati dei fumetti della DC Comics di come questo film diretto da Patty Jenkins, sebbene sia un capitolo numero due delle vicende dedicate all’amazzone guerriera interpretata da Gal Gadot, non dovrebbe essere chiamato né considerato un vero e proprio sequel del primo.

“Patty era piuttosto determinata nel rendere questo film una nuova iterazione di Wonder Woman ma non un sequel” ha spiegato il produttore nel corso dell’intervista “E ci è riuscita pienamente. Stiamo parlando di un periodo storico differente e riuscirete a capire che cosa abbia fatto Diana a.k.a. Wonder Woman in questo lasso di tempo. Ma è una storia completamente differente quella che stiamo raccontando. Anche se avrà lo stesso livello emotivo, un bel po’ dello stesso umorismo e dell’azione coraggiosa del primo episodio. E’ uno stand-alone nello stesso modo in cui lo sono i film di James Bond o di Indiana Jones, rispetto ad una storia continuativa che richiede più capitoli”.

Atteso per quest’anno, la Warner ha deciso di posticipare l’uscita di Wonder Woman 1984 al 5 giugno 2020.

https://cinema.everyeye.it/notizie/wonder-woman-1984-non-sara-sequel-secondo-charles-roven-368886.html